AREA HANDICAP

INSERIMENTO PORTATORI DI HANDICAP IN STRUTTURE NON RESIDENZIALI:

Sono in atto inserimenti presso:

a)      Il Centro diurno disabili è un servizio socio-sanitario, a carattere semiresidenziale, che accoglie, nelle ore diurne, soggetti disabili con un'età compresa tra i 18 e i 65 anni, i quali presentano una compromissione dell'autonomia, tale da impedire il normale svolgimento della vita quotidiana.

b)   Centri per la formazione dell’autonomia e Centri socio-educativi. Sono centri diurni e si rivolgono ad un'utenza meno grave ma comunque con compromissione tale da non poter essere inseriti nel mondo del lavoro e offrono occasione di integrazione in attività socializzanti ricreative e di natura “ occupazionale”.

c)      Centri residenziali per portatori di handicap: sono strutture residenziali che ospitano portatori di handicap o senza famiglia o con famiglia impossibilitata ad assisterli e a mantenerli nel proprio contesto di vita.

L'assitente sociale preposta all'area handicap partecipa alla valutazione di ogni singolo caso di Travagliato nella commissione di valutazione handicap per definire i nuovi inserimenti e quali strutture sono più idonee per ospitare il determinato ragazzo affetto da handicap, oltre che partecipare alle verifiche con la famiglia e il servizio in cui il ragazzo è inserito.

 

SERVIZIO DI ASSISTENZA AD PERSONAM:

Si rivolge ai minori portatori di handicap inseriti nelle scuole affetti da grave handicap e certificati dalla neuropsichiatria infantile e o dall’unità di valutazione handicap aventi una compromissione dell'autonomia personale tale da richiedere il supporto di una figura che si occupi dell'assistenza e della stimolazione delle autonomie personali e sociali.

Nonostante il servizio sia curato dal punto di vista amministrativo dall'Area Servizi alla Persona  - servizio istruzione, spetta all’Assistente sociale comunale seguire i singoli progetti con le Scuole e la verifica con le famiglie e gli specialisti che seguono il caso.

 La Responsabile dell'Area Servizi Sociali effettua le verifiche con le scuole attraverso la partecipazione ai consigli di classe per ogni singolo ragazzo e alle verifiche con i rispettivi dirigenti scolastici, le insegnanti di sostegno, le famiglie e le operatrici.

Riceve inoltre su appuntamento le famiglie per sostenerle nelle scelte di vita che riguardano i minori, oltre per fornire tutte le indicazioni possibili e utili al raggiungimento degli obiettivi del P.E.I.

 

INSERIMENTO LAVORATIVO:

E' in atto la collaborazione con l’Aliante, cooperativa di lavoro di Tipo B convenzionata con il Comune per il verde pubblico, che si occupa attualmente di soggetti segnalati dal Servizio Sociale.

La Cooperativa sociale Coccinella, che ha l’appalto del centro sportivo comunale, e del servizio di pulizia degli uffici comunali, ha inserito anch’essa nel proprio organico alcuni soggetti segnalati dal presente servizio.

E’ in atto, altresì, la collaborazione con il servizio SIL convenzionato con i comuni facenti parte del piano di zona e che si occupa della ricerca del lavoro per persone in situazione di svantaggio o disabili, segnalati dai servizi sociali comunali e/o dalle unità handicap dell’Asst locale. 

L’iter per la verifica dei requisiti prevede colloqui individuali, con verifica dei requisiti e della documentazione ai fini del collocamento mirato, l’invio poi telematico della pratica al Sil  e successiva ed eventuale verifica con gli operatori, nel caso di attivazione di tirocini e/o percorsi di inserimento lavorativo.

Ultima modifica: Mar, 06/02/2018 - 15:21